Caso studio: Roco's Lab

dietro le quinte del locale di rocco cicerone

COME TRASFORMARE UNA ANTICA SEGHERIA DEL 1900 IN UN MAGNETE POTENTISSIMO PER GLI AMANTI DELLA PIZZA

Questa settimana ti parlerò del lavoro che abbiamo svolto per il nuovo locale Roco’s Lab, una pizzeria contemporanea del Lago Di Garda.

La zona è già ricca di pizzerie…perché crearne un’altra?

Se conoscete Rocco, il titolare, ama le sfide.

E infatti Rocco, con l’aiuto di suo figlio Mattia, ha avuto un’intuizione geniale, portare sul Lago la pizza contemporanea.

Cos’è la pizza contemporanea?

Per fartela semplice (ma ti invito ad andare a provarla) la pizza contemporanea è il frutto di una continua sperimentazione, unita ai prodotti dell’eccellenza gastronomica Italiana alle tipicità del territorio e della stagione..

Ma veniamo al locale.

Bisognava creare un ambiente che accogliesse le persone, le facesse sentire a casa.

Perché puoi avere un prodotto che è una bomba, un pizzaiolo di talento come Mattia, ma se sbagli sul locale e lo rendi freddo, è come se mettessi un muro di mattoni al posto della porta.

Invece noi vogliamo che i tuoi clienti vengano, si sentano accolti e sopratutto tornino!

E portino i loro amici, perché sono tranquilli che anche loro AMERANNO passare il tempo nel tuo locale.

Nel caso di Roco’s Lab abbiamo sfruttato l’ambiente, una antica segheria del 1900, con ampi spazi e soffitti alti fino a 8 metri e l’abbiamo trasformata in un locale con uno stile tra il vintage e il moderno.

Quando entrerai ti sembrerà di essere in uno di quei loft newyorkesi che vanno di moda adesso.

Abbiamo molto lavorato sui materiali di una volta, pietra legno e ferra e dando delle colorazioni alle pareti forti, come il giallo ocra, alternandole a mattoni a vista.

Per i pavimenti in cemento resina per dare un tocco di moderno.

E poi tanto ferro realizzato su misura, con tavoli e sedie fatti ad hoc, per regalare un tocco di unicità.

Il banco in ferro ricreato utilizzando delle putrelle, ti evoca al primo sguardo quelle suggestioni newyorkesi di cui ti accennavo prima.

Ci siamo divertiti anche giocare con i colori dei tavoli con alcuni piani in vetro colorati.

Mentre studiavamo il progetto ci è subito saltato all’attenzione un dettaglio che avrebbe potuto potenzialmente allontanare molti clienti.

La luce.

Ti sei mai chiesto che sensazioni vuoi che trasmetta ai tuoi clienti?

Vuoi farli sentire accolti?

Si sposa con il tuo arredamento oppure dà la sensazione ai tuoi clienti di essere fuori posto?

Probabilmente quando l’illuminazione del tuo locale risulta fredda le persone che entrano si sentono a disagio ma non sanno dirti il perché.

E non tornano.

Ma torniamo da Roco’s Lab: il locale ha soffitti alti fino a 8 metri, con un soppalco all’altezza di 4 metri.

C’erano due problemi da risolvere:
1. Far sì che i clienti che cenavano ai tavoli del soppalco non avessero fastidio dalle luci che illuminavano i tavoli al piano terra (evitando l’effetto “luce sparata negli occhi”);

2. Che l’illuminazione si sposasse con l’arredamento vintage moderno e lo esaltasse

Cosa abbiamo fatto?

Giocando con delle illuminazioni a led circolari per creare un senso di luce diffusa, modellando delle zona d’ombra evocative compensate con dei faretti, che regalano ai clienti del locale dei giochi di chiari scuro che rendono l’ambiente molto piacevole.

Ti invito ad andare da Roco’s Lab: ti sentirai accolto, in un ambiente che si muove tra zone di luce e di ombra molto suggestive.

Contattaci adesso per un preventivo

Lascia i tuoi dati qui sotto e ti ricontatteremo per avere maggiori informazioni sul tuo progetto.